Campus universitario di Savona: opportunità per creare occupazione

Il campus universitario di Savona non è solo luogo di studio per i giovani, ma può e deve essere attrattore di imprese innovative, orientate a cogliere le sfide del futuro.

Per arrivare a questo, migliorando e integrando quanto già fino ad oggi è stato fatto, servono alcune azioni che la politica comunale dovrà attuare.

Innanzitutto un accordo di programma tra Comune e Università per co-definire gli obiettivi e l’integrazioni delle attività universitarie nella nostra città, estendosi anche alle scuole superiori di Savona.
Dovrà poi essere rivisto il ruolo del Comune per tornare ad essere protagonista nelle politiche del lavoro che coinvolgono il campus come soggetto promotore di aziende che si vogliono insediare sul territorio savonese, partendo proprio da esperienze universitarie: aziende giovani, innovative che hanno e possono dare prospettive di crescita.
Il piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) metterà in circolo centinaia di milioni di Euro per sviluppi verso la digitalizzazione, l’innovazione, la green economy, la mobilità sostenibile, tutti filoni che a Savona si possono già vedere: tocca alla politica locale dare sostanza alle idee perchè si tramutino in posti di lavoro per i nostri giovani.

Ed infine dovranno essere individuati nuovi spazi per l’insediamento delle imprese connesse alle attività del Campus, in Legino, e nelle aree limitrofe, e spazi per gli studenti che debbano cercare alloggi universitari, oltre che servizi legati alla loro permanenza nella città.
Queste iniziative, avviate in accordo con l’Università, possono contribuire realmente ad attrarre studenti cui offrire servizi adeguati, che possano poi scegliere Savona come città in cui avviare le loro esperienze professionali creando valore aggiunto al nostro sistema economico e vera occupazione, divenendo anche i savonesi del futuro.